Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Libera in Goal arriva anche a Udine

Un calcio alle mafie - "Libera in Goal-Udine": dopo Scampia e Trieste approda anche nel capoluogo provinciale friulano Libera in Goal

L'evento, che avrà luogo il 17 luglio presso la "Casa Dell'Immacolata di Don Emilio De Roja" (Via Chisimaio, 40 ,Udine ), rappresenta la seconda "riproduzione locale" di un esperimento nato fuori porta e giunto ormai alla sua quinta edizione: organizzato dall'associazione triestina RIME e da quella napoletana VoDiSca, in collaborazione con Libera-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, ogni settembre, Libera in Goal si svolge nel complesso quadro sociale di Scampia, facendosi occasione di scambio e confronto con le numerosissime realtà che quotidianamente concorrono alla lotta alle mafie e alla costruzione di concrete occasioni di legalità. 

In attesa del prossimo torneo partenopeo di settembre, quest'anno calcetto e impegno civile scenderanno in campo assieme anche a Udine, in nome della stessa concezione dello sport come strumento fondamentale di integrazione sociale e formazione dei giovani.

L'associazione giovanile di promozione sociale GET UP (che dal 2015 opera a Udine nel quartiere di San Domenico attraverso molteplici attività in un centro di aggregazione giovanile) assieme a RIME (Responsabilità, impegno, memoria, educazione: associazione nata a Trieste nel 2011) e al coordinamento udinese di Libera, è l'ente promotore dell'iniziativa ed ha trovato al suo fianco l'apporto della "Casa delI'mmacolata" che ospiterà il torneo nei suoi spazi.

Dalle ore 9.00 alle 19.00, i due campi di calcio ospiteranno le 11 squadre partecipanti, rappresentanti delle associazioni coinvolte in questa giornata, tutte impegnate nel tema delle marginalità. La conoscenza e l'integrazione delle periferie sociali, dunque, sono il filo rosso della versione udinese di Libera in Goal, ispirato anche dalle politiche giovanili di Libera Friuli Venezia Giulia. 
Sarà un'occasione per avvicinare tante persone a tematiche importanti: ancora una volta, lo sport farà da trait d'union tra cultura, associazionismo ed inclusione sociale, per cercare di fare "goal" contro le mafie, il degrado, l'emarginazione e l'indifferenza.

 

Comunicati

  1. La lezione di Rita Atria la ragazza che disse no alla schiavitù mafiosa

    Abbiamo ricordato Paolo Borsellino, non possiamo dimenticare Rita Atria. Il ricordo di don Luigi Ciotti su La Repubblica | 26 luglio 2017

  2. Il raduno di Libera porta a Cecina più di 250 ragazzi

    Oltre 250 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia, da Torino a Palermo, in tenda per 5 giorni a Cecina, saranno protagonisti del VI appuntamento nazionale dei giovani di Libera. Leggi l'articolo pubblicato su Il Tirreno del 26 luglio 2017.

  3. Nota di Luigi Ciotti su minacce giornalista Repubblica

    Sappiano questi signori - che ieri hanno minacciato Salvo Palazzolo per aver informato delle misure preventive di confisca applicate ad alcuni "beni" della famiglia Riina - che esiste una Sicilia e un'Italia che s'impegnano per la libertà e la giustizia, e che di fronte alle minacce e alle menzogne non indietreggiano né tacciono.