Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Libera in Colombia dal 20 febbraio al 1 marzo

Dal 20 Febbraio al 1 marzo  Libera sarÓ in Colombia per incontrare le organizzazioni partner della Red ALAS - America Latina Alternativa Social - ed altre organizzazioni sociali, per promuovere il lavoro in rete in America Latina e portare avanti il progetto di network internazionale di ALAS.
Durante il viaggio incontreremo amici vecchi e nuovi, giornalisti ed attivisti, esponenti delle istituzioni, comunitÓ urbane e rurali, associazioni e movimenti che sono impegnati in prima linea nella promozione dei diritti umani e la giustizia sociale. 
La missione ALAS in Colombia infatti rappresenta un altra tappa della strategia in rete che Libera ormai promuove da pi¨ di dieci anni in centro e sud America, sostenendo lo scambio di buone pratiche e lo sviluppo di percorsi comuni su temi di rilevanza sociale e politica.
ALAS ad oggi coinvolge pi¨ di 40 organizzazioni in 11 Paesi latinoamericani, con profili ed attivitÓ molto diversificate tra loro: dalla memoria all'educazione informale, dalla lotta alla corruzione alla prevenzione sociale, dall'informazione trasparente al sostegno a vittime e familiari di desaparecidos. 
In particolare in Colombia le nostre tappe saranno BogotÓ, Manizales, Rio Sucio, Cartagena e Montes de Maria, e incontreremo organizzazioni che si occupano di educazione informale come Casa B, di difesa dei diritti umani come il CCAJAR, di sostegno alle vittime come il MOVICE, di programmi per la pace e sviluppo integrale della persona come CINEP, ed inoltre andremo a visitare i progetti locali della rete ALAS in corso a BogotÓ FUTUROSCOPIO "Construyendo futuro a travÚs del intercambio de experiencias y fotografÝas entre ni˝as y ni˝os", a Manizales Empoderamiento de Derechos en Mujeres victimas del conficto armado e a Cartagena Acompa˝amiento jurÝdico a comunidades de la regiˇn los Montes de MarÝa para laexigibilidad su derecho a reparaciˇn integral.

Per "tessere reti" e costruire ponti di Memoria e Impegno in America Latina.

Comunicati

  1. Libera su sentenza processo Mafia Capitale

    Una sentenza che va rispettata ma che ci lasci perplessi, attendiamo di leggere le motivazioni.  Le carte processuali e le intercettazioni trascritte, al di lÓ della sentenza, raccontano di una Capitale con ferite profonde, dove la corruzione, il mercimonio della cosa pubblica, una criminalitÓ violenta e predatoria,  ha inquinato e condizionato il tessuto sociale, politico ed economico.

  2. Borsellino: Don Ciotti, serve coraggio da parte istituzioni

    "La prima eredita' che ci ha lasciato Paolo Borsellino e' il coraggio della verita' ma anche il dovere della verita' che dobbiamo cercare tutti. La testimonianza che ha dato Borsellino di impegno e responsabilita' nella sua professione e' importante, oggi non si chiede solo una lettura giudiziaria ma si chiede di approfondire anche le responsabilita' politiche che ci sono state. Oggi piu' che mai occorre che a parlare siano uomini delle istituzioni, dando un loro contributo alla ricerca della verita'". Lo ha detto don Luigi Ciotti, a margine delle iniziative in corso in via D'Amelio per ricordare la strage del 19 luglio di 25 anni.

  3. Calabria: La memoria non va in vacanza

    Si sta avvicinando il 22 luglio, data simbolo in cui Libera promuove "I Sentieri della Memoria", oggi alla sua quattordicesima edizione. Una marcia fino a Pietra Cappa, nel cuore dell'Aspromonte e nel comune di San Luca, per ricordare Loll˛ Cartisano e tutte le vittime innocenti della 'ndrangheta.