Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Libera e don Luigi Ciotti in ricordo di Ettore Scola

Ci mancherÓ non solo il maestro di cinema, ma il maestro di vita. 
Ettore Scola, autore di film indimenticabili, non Ŕ stato uno di quegli intellettuali chiusi nella torre d'avorio, che guardano la realtÓ con distacco, freddezza, seguendo schemi mentali e a volte pregiudizi. Ha messo la sua arte al servizio della crescita culturale ed etica del nostro paese. Ci ha dato opere scomode, che alimentano la ricerca, suscitano dubbi, ci invitano a guardare nelle nostre contraddizioni e ad assumerci le nostre responsabilitÓ. Libera ha avuto la fortuna d'incontrarlo nell'ambito del progetto "Cinemovel", che porta il cinema d'autore nei territori difficili, in Italia e in Europa, segnati dal crimine organizzato e dalle disuguaglianze. Progetto che Ettore ha abbracciato e promosso con entusiasmo, dando suggerimenti preziosi, selezionando opere che - come le sue - unissero la dimensione etica e quella estetica, risvegliassero le coscienze, aiutassero a guardare oltre la superficie delle cose, aprissero alla bellezza e alla complessitÓ della vita, e all'impegno per affermare la dignitÓ di ogni persona. Grazie Ettore per il tuo insegnamento generoso, per la tua gentilezza e signorilitÓ.
Proseguiremo in questo cammino sapendo che continuerai, da dove sei, ad accompagnarci e indicarci la strada. 
Un abbraccio affettuoso a Paola e Silvia, nel ricordo del loro grande papÓ. 

Libera e don Luigi Ciotti

Comunicati

  1. Diari dai campi di Battipaglia (SA) | 2016


    Partecipare a un campo di E!state Liberi significa affrontare una settimana di incontro e confronto con ragazzi disposti a mettersi in gioco regalando un p˛ di tempo della propria estate all'impegno e formazione sui beni confiscati. Decisi di parteciparvi per continuare a coltivare il mio interesse sulla mafia che, nacque negli ultimi anni del liceo, grazie a un progetto su Cosa Nostra a cui partecipai. 

  2. Diari dai campi di Partinico (PA) | 2016

    ╚ stata una delle esperienze pi¨ intense e formative che io abbia mai fatto. C'Ŕ stata una giusta distinzione tra momenti di leggerezza e unione tra noi ragazzi e momenti di serietÓ. Ho imparato molte cose sia ascoltando le testimonianze proposte sia  cooperando con gli altri ragazzi nel lavorare al bene confiscato.

  3. Diari dai campi di Castellammare del Golfo (TP) | 2016

    Il presidio "Piersanti Mattarella" in Castellammare del Golfo (TP) ha rappresentato un fondamentale tassello della mia vita. Le emozioni vissute in quei 7 giorni non sono minimamente spiegabili in poche righe.  Entrare nel bene il primo giorno ed uscirne il settimo rappresentano due momenti completamente differenti. La giornata cominciava all'alba.