Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

#Stopvitalizio | Libera e Gruppo Abele: "Un passo in avanti"

"La notizia dell'approvazione da parte degli Uffici di presidenza di Camera e Senato della delibera sui vitalizi per i parlamentari condannati è un passo in avanti. Viene raggiunto così l'obiettivo principale della nostra campagna di mobilitazione: nel momento in cui entrerà in vigore la delibera, infatti, deputati e senatori condannati in via definitiva per mafia e corruzione non percepiranno più il vitalizio. Un risultato che nasce dalla corresponsabilità, e dalla sollecitazione di oltre 520 mila cittadini che hanno firmato la petizione della campagna Riparte il Futuro promossa da Libera e Gruppo Abele, con il sostegno di Change.org". E' quanto si legge in una nota dell'Ufficio di presidenza di Libera.

Comunicati

  1. In riferimento alle scritte apparse sui muri del vescovado

    Siamo i primi, da sempre, a dire che il lavoro è necessario, anzi che èil primo antidoto alle mafie. Ma che sia un lavoro onesto, tutelato dai diritti, non certo quello procurato dalle organizzazioni criminali.

  2. Il Vescovo di Locri esprime vicinanza a don Luigi Ciotti e a Libera

    In merito alle scritte minacciose e ingiuriose contro don Luigi Ciotti, apparse questa mattina sui muri dell'Episcopio e in altri luoghi di Locri, la comunità diocesana attraverso il vescovo, monsignor Francesco Oliva, esprime piena e convinta solidarietà a don Luigi. Apprezza e sostiene l'impegno e la scelta fatta da Libera di tenere a Locri la manifestazione principale della Giornata della Memoria e dell'Impegno del 2017.

  3. Inaugurato il presidio di Libera a Conversano

    Si è presentato ufficialmente alla città il Presidio Libera di Conversano, il gruppo cittadino dell'associazione ispirata e promossa da don Ciotti con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Lunedì sera, alla Casa delle Arti, i promotori hanno illustrato il percorso che ha portato alla nascita del gruppo locale.