Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Bologna 21 marzo 2015 "La verità illumina la giustizia"

"La veritÓ illumina la giustizia", questo lo slogan scelto per XX Giornata delle memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Libera per la XX edizione ha scelto l'Emilia Romagna, ha scelto Bologna.

La Giornata della Memoria e dell'Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Circa 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchŔ, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.

Oltre che le vittime innocenti delle mafie, quest'anno verranno ricordate, in accordo con le associazioni dei famigliari , le vittime della strage del 2 agosto della Stazione di Bologna e le vittime della strage di Ustica, per le quali ricorre il 35esimo anniversario. Ma nei giorni che precederanno la manifestazione del 21 marzo sempre a Bologna si ricorderanno le vittime del genocidio di Sebrenica,  delle quali si celebrerÓ il 20 anniversario. Vittime innocenti delle mafie e vittime delle stragi, oltre che dal ricordo e dall'impegno di tutti, sono legate dalla domanda di veritÓ e giustizia che si alza forte ogni anno da parte dei loro familiari. Ancora oggi, infatti, per il 70% delle vittime innocenti di mafie non Ŕ stata fatta veritÓ e, quindi, giustizia. E lo stesso diritto alla veritÓ Ŕ ancora oggi negato ai familiari di chi ha perso la vita nelle stragi.

In preparazione della Giornata saranno promossi in tutta Italia iniziative che rientreranno in un cartellone comune denominato "100 passi verso il 21 marzo" (Info www.memoriaeimpegno.it)

Per le scuole, in collaborazione con Bologna Welcome, viene presentata una proposta di viaggio d'istruzione che ripercorre i luoghi della memoria emiliani, dalla seconda guerra mondiale, alle stragi di Ustica e del 2 Agosto 1980.
Dal 18 al 22 Marzo 2015 i ragazzi avranno la possibilitÓ di visitare il Sacrario di Marzabotto, il Parco storico di Monte Sole, Casa Cervi, la stazione centrale di Bologna, il Museo della Memoria di Ustica e di partecipare alle iniziative previste nell'ambito della XX Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Leggi tutto

Prossimamente verranno comunicati maggiori dettagli per aderire alla manifestazione, le proposte formative di Libera e tutte le informazioni relative alla  logistica e organizzazione della Giornata.




Per informazioni:
Segreteria.21marzo@libera.it
Tel. 0669770301
Cell: 3287273068

 

Comunicati

  1. Il 25 luglio tornano all'Isola dell'Asinara i campi di impegno e formazione "Estate Liberi"

    Si rinnova anche quest'anno all'Isola dell'Asinara l'appuntamento con i campi di impegno e formazione "Estate Liberi", organizzati dall'associazione Libera in collaborazione con il centro si servizio per il volontariato Sardegna Solidale. Con il tema "Asinara, solitudini, memorie e narrazioni", da lunedý prossimo 25 luglio l'ex isola bunker accoglierÓ ragazze e ragazzi provenienti da tutt'Italia che, nel corso di quattro campi settimanali, approfondiranno i temi legati alla legalitÓ, alla giustizia sociale e alla cultura dell'antimafia.

  2. Fermiamo la deriva autoritaria in Turchia

    Associazioni, sindacati, reti e ong hanno inviato una lettera aperta a Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell'Unione Europea per gli Affari Esteri, in cui esprimono profonda preoccupazione per la deriva autoritaria assunta dal governo turco. Il prolungamento dello stato d'emergenza e la sospensione della Convenzione Europea dei Diritti Umani aprono scenari drammatici, mentre il presidente Erdogan con sistematiche epurazioni sta eliminando qualsiasi luogo di produzione di idee critiche, nelle scuole, nelle universitÓ, nei media, nella magistratura. Sono pi¨ di 60mila gli insegnanti, i magistrati, i funzionari pubblici, i giornalisti sollevati dal loro incarico, mentre sono state incarcerate 13mila persone, e il numero, in entrambi i casi, cresce  costantemente.

  3. Libera aderisce alla petizione per garantire a tutti i pazienti affetti da Epatite C il diritto alla cura

    Petizione per consentire a tutti i pazienti di accedere a terapie efficaci, a carico del servizio sanitario nazionale. Produrre i farmaci anti-epatite C sotto forma di generici, a un prezzo ragionevole e accessibile, Ŕ consentito dallo stesso trattato che regola i brevetti attraverso il meccanismo della licenza obbligatoria, a cui si pu˛ ricorrere quando si verifichi un'emergenza nazionale di sanitÓ pubblica. Per ottenere ci˛ Ŕ necessaria una forte spinta dal basso.