Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Rimini: Percorsi di Legalità

Percorsi di Legalità è una declinazione tematica di Schermi in Classe (percorso formativo ideato da Cinemovel Foundation). Sostegno alla didattica tradizionale e promozione di una cultura della legalità sono gli obiettivi principali del progetto che vuole sviluppare, con il contributo delle potenzialità messe a disposizione dalla rete, strumenti e luoghi virtuali dove far crescere e maturare un senso critico collettivo.
Il progetto Percorsi di Legalità, selezionato dalla Regione Emilia Romagna all'interno delle attività finanziate dalla legge regionale n° 3 per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile, è realizzato dal Comune di Rimini e da Cinemovel Foundation.
Da dicembre 2014 a marzo 2015 Cinemovel raggiungerà cinque scuole della provincia di Rimini, allestendo sale multimediali temporanee e stimolando gli studenti in un racconto partecipativo rivolto alla definizione di un immaginario collettivo sui temi legati alla criminalità organizzata.
Lezioni, proiezioni e incontri con giornalisti, economisti, autori, formatori e rappresentanti della società civile responsabile sono gli input da cui prenderà avvio lo storytelling collettivo. Un portale online raccoglierà i materiali selezionati dal web e condivisi dai partecipanti costruendo una library multimediale finalizzata a stimolare un confronto tra territori, saperi e competenze diverse.
Gli studenti saranno accompagnati da un gruppo di formatori esperti. Partecipano al progetto:

Vito Baroncini - Illustratore, artista ed educatore;
Giuseppe De Marzo - Economista e scrittore. Responsabile nazionale della campagna "Miseria Ladra";
Umberto Di Maggio - Coordinatore regionale in Sicilia di "Libera, nomi e numeri contro le mafie";
Lorenzo Frigerio - Giornalista e Coordinatore Nazionale della Fondazione Libera Informazione;
Andrea Meccia - Scrittore e giornalista;
 
Durante gli incontri saranno realizzati collegamenti virtuali con magistrati, registi e autori individuati assieme agli studenti.

Venerdì 30 gennaio e venerdì 13 marzo sono previste due proiezioni di film gratuiti per gli studenti, le famiglie e gli insegnanti presso la Cineteca del Comune di Rimini. Saranno comunicati a breve i film individuati con gli studenti.

Il calendario degli appuntamenti

 

Comunicati

  1. Diari dai campi di Partinico (PA) | 2016

    È stata una delle esperienze più intense e formative che io abbia mai fatto. C'è stata una giusta distinzione tra momenti di leggerezza e unione tra noi ragazzi e momenti di serietà. Ho imparato molte cose sia ascoltando le testimonianze proposte sia  cooperando con gli altri ragazzi nel lavorare al bene confiscato.

  2. Diari dai campi di Castellammare del Golfo (TP) | 2016

    Il presidio "Piersanti Mattarella" in Castellammare del Golfo (TP) ha rappresentato un fondamentale tassello della mia vita. Le emozioni vissute in quei 7 giorni non sono minimamente spiegabili in poche righe.  Entrare nel bene il primo giorno ed uscirne il settimo rappresentano due momenti completamente differenti. La giornata cominciava all'alba. 

  3. Libera Puglia su vicenda Valenzano

    Sull'episodio del pallone aerostatico verificatosi nei giorni scorsi a Valenzano durante la festa patronale di San Rocco e ora oggetto di inchiesta della Dda di Bari e di una interrogazione parlamentare, aleggia il sospetto che si sia trattato di una esplicita dichiarazione di controllo del territorio da parte del locale clan Buscemi-Stramaglia. La vicenda riporta alla mente analoghi episodi verificatisi in altri comuni italiani durante le celebrazioni religiose, occasioni propizie per lanciare alla comunità riunita messaggi dissimulati più o meno facilmente interpretabili.