Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

LIBERA - Associazioni, nomi e numeri CONTRO LE MAFIE
Testata per la stampa

Contenuto della pagina

 
 
 
  1. Premio Marcello Torre 2016
    Torna anche quest'anno il tradizionale appuntamento con il Premio Nazionale per l'Impegno Civile, dedicato alla memoria di Marcello Torre, il Sindaco di Pagani assassinato brutalmente dalla camorra l'11 dicembre di 36 anni fa. Quest'anno l'iniziativa ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica, inviata da Sergio Mattarella quale suo premio di rappresentanza.

     
Selezione corrente: Tipi di comunicazione: Notizie Dicembre 2016
Seleziona mese:
  1. Gennaio
  2. Febbraio
  3. Marzo
  4. Aprile
  5. Maggio
  6. Giugno
  7. Luglio
  8. Agosto
  9. Settembre
  10. Ottobre
  11. Novembre
  12. Dicembre
 
 

 

[22/12/16] Al via la sesta edizione di Giramondi e Atrevete!Mundo
Con Giramondi ed Atrevete si parte per il Guatemala!Quest'anno con Giramondi Il Viaggio della Memoria e dell'Impegno e l'esperienza di volontariato internazionale Atrevete!Mundo, dopo Argentina, Messico, Colombia, Bolivia e Brasile andremo in Guatemala, dal 22 aprile al 5 Maggio 2017, per avere l'opportunità anche questa volta di conoscere un Paese latinoamericano immergendoci nel suo tessuto sociale ed umano.

 

[07/12/16] Distribuiti i primi fondi della campagna "La rinascita ha il cuore giovane"
Nelle terre sconvolte dal terremoto, a tre mesi dal primo sisma, arriva una buona notizia: sono stati assegnati i primi fondi raccolti da Legambiente, Libera, Altromercato, Alleanza Cooperative Italiane Giovani, Federparchi, Alce Nero e Symbola - Fondazione per le qualità italiane con la campagna "La rinascita ha il cuore giovane".

 
 

[06/12/16] Raccontare per (r)esistere
La letteratura può raccontare la criminalità organizzata? Può arrivare dove arriva il giornalismo? Uno scrittore, un romanziere, un narratore può fornire un'immagine credibile e futuribile delle organizzazioni malavitose?
Ce lo siamo chiesto e la risposta ce l'hanno data in quindici. Quindici scrittori si sono prestati a raccontarci, ognuno secondo il loro stile, ognuno fedele alla linea del proprio genere letterario (qualcuno scherzando qualcuno facendo sul serio, qualcuno sporcando), ognuno profondamente contaminato dal proprio contesto geografico (alle proprie radici), la propria immagine della mafia.

 
 
Selezione corrente: Tipi di comunicazione: Eventi Dicembre 2016
 
 
 

 
 
 
 
.
 
.
 
.
 

Comunicati

  1. Nasce la rete Numeri Pari | Rassegna stampa

    Nasce, dalla precedente esperienza della campagna contro la povertà del Gruppo Abele e Libera Miseria Ladra, il Movimento "Numeri Pari", una rete contro le disuguaglianze , per la giustizia sociale e la dignità. L'aggregazione di associazioni ed enti è stata presentata oggi a Roma; nel servizio del Tg3 le interviste a don Ciotti, presidente del Gruppo Abele e di Libera, e don Zappolini, presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA).

  2. 19 condanne e 8 assoluzioni: si chiude il processo Condor

    È nel 1999 che il p.m. Capaldo, che ha guidato l'azione della pubblica accusa assieme alla Dottoressa Tiziana Cugini, inizia ad indagare sulla morte di alcuni sudamericani di origini italiane all'interno dell'Operazione Condor, la grande alleanza tra le giunte militari del Sud America e gli Stati Uniti contro il "pericolo rosso".

  3. Sentenza Condor - Martedi 17 Gennaio 2017, Rebibbia, Roma

    Dopo quasi due anni di dibattimento, 60 udienze e con l'audizione di decine di testimoni, esperti, familiari e compagni di prigionia delle vittime, il prossimo 17 gennaio dalle ore 9,30 si terrà l'ultima udienza nell'aula bunker di Rebibbia a Roma relativa al Processo Condor. A seguire nel corso della stessa giornata sarà emessa la sentenza per il sequestro e l'omicidio di 42 giovani, tra cui 20 italiani, avvenuti in Cile, Argentina, Bolivia, Brasile e Uruguay tra il 1973 e il 1978. Gran parte di loro sono ancora oggi desaparecidos.