Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

LIBERA - Associazioni, nomi e numeri CONTRO LE MAFIE
Testata per la stampa

Contenuto della pagina

 
 
 
  1. Movimenti popolari, l'esodo possibile qui da noi
    Una Terra senza male, una casa da cui nessuno possa cacciarti, un lavoro giusto e dignitoso. Tierra, techo y trabajo, terra, casa, lavoro sono le 3T del Papa, da garantire a tutte e tutti.
    L'incontro mondiale dei movimenti popolari appena concluso a Roma con Papa Francesco è molto più che un grande segno. Giustizia ecologica, ambientale e sociale per la prima volta connesse ed interdipendenti tra loro.

     
  2. Movimenti popolari: don Ciotti, "esclusi chiedono dignità e cittadinanza" ma "politica muta"
    "Chi è ai margini, oltre alla casa, alla terra e al lavoro, ha bisogno prima di tutto di dignità. Oggi invece la cittadinanza non viene solo negata, ma anche tolta. C'è un infiacchimento delle coscienze. La democrazia è molto minata, è formale, di facciata. E la politica, salvo rare eccezioni, è muta e va a rimorchio delle forze economiche". Lo ha affermato a Roma don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, intervenendo alla prima giornata di lavori del terzo incontro mondiale dei movimenti popolari, che sabato 5 novembre incontreranno Papa Francesco in Vaticano.

     
Selezione corrente: Tipi di comunicazione: Notizie Novembre 2016
Seleziona mese:
  1. Gennaio
  2. Febbraio
  3. Marzo
  4. Aprile
  5. Maggio
  6. Giugno
  7. Luglio
  8. Agosto
  9. Settembre
  10. Ottobre
  11. Novembre
  12. Dicembre
 
 

 

[15/11/16] Civili e di parte
Libera si è costituita in numerosi processi contro la criminalità organizzata, le mafie. Costituirsi parte civile è una azione di civiltà fondamentale per riprendere la dignità violata da tanti, troppi anni, di inerzia, opportunismi, collusioni e connivenze consumati sulla pelle dei cittadini. È importante guardare in faccia e capire le grandi responsabilità di coloro che vengono processati e l'enorme danno che hanno fatto alla società, alla comunità al Paese. E la bellezza di questa esperienza è rappresentata dall' immagine di tanti giovani, studenti, ma anche adulti: sempre sobri, rispettosi, in silenzio, che non intralciano mai il lavoro dei magistrati e degli avvocati. Le date delle prossime udienze.

 

[10/11/16] La classe dei banchi vuoti
La classe dei banchi vuoti (Edizioni Gruppo Abele, 2016, scritto da Luigi Ciotti e illustrato da Sonia Maria Luce Possentini) nasce come testo per i più piccoli, per aiutarli, con delicatezza e col supporto dei grandi, a comprendere fatti complessi che però non sono "più grandi di loro". In tutte le librerie.

 
 

[27/11/16] Ignoti entrano ufficio di Enza Rando, vicepresidente di Libera curatrice delle costituzioni parte civile in numerosi processi di mafia
Esprimiamo preoccupazione ed inquietudine per il grave episodio contro Enza Rando, abbiamo piena fiducia nell' operato delle Forze dell'Ordine e della Magistratura, ma dopo questo atto ci poniamo delle domande , ci chiediamo chi c'è dietro tutto questo?

 

[28/11/16] Al fianco di Enza Rando
Di Enza Rando si potrebbero scrivere molte altre cose, della sua vita personale e professionale improntata alla dedizione e all'impegno, all'accoglienza verso chi soffre a causa di un'ingiustizia. Per noi, familiari di vittime innocenti delle mafie, Enza Rando è il punto di equilibrio tra la professionalità con la quale svolge il suo lavoro e l'umanità con la quale riesce a leggere la realtà che è alla base del suo impegno.

 
 

[21/11/16]  Scuola di formazione nazionale "Beni confiscati e politiche di coesione"
Prende il via a Roma, a partire dal 21 novembre, la scuola di formazione nazionale "Beni confiscati e politiche di coesione". La prima edizione della scuola si articolerà in una sessione formativa nazionale (cinque moduli nei mesi di novembre e dicembre 2016), in sessioni formative e laboratori territoriali che verranno attivati nel corso del 2017.

 

[28/11/16] Conclusa la quattro giorni di Benfatto
Si sono chiuse ieri le quattro giornate dell'appuntamento Benfatto, che hanno incrociato relazioni, storie, luoghi e percorsi da tutt'Italia. Buon rientro ai giovani che hanno partecipato e che riporteranno a casa strumenti e metodi per abitare la convivenza sociale.

 
 

[04/11/16] Roma: La Giustizia Capovolta - Esperienze e prospettive per un approccio riparativo alla pena
Appuntamento il 17 novembre 2016 presso l'Istituto Guido Castelnuovo - Facoltà di Matematica Aula III a partire dalle ore 9.30 a Roma.

 

[06/11/16] IX Riconoscimento Mimmo Beneventano
A trentasei anni dalla morte di Mimmo Beneventano, il medico, giornalista e amministratore locale di origine lucane ucciso in un agguato di camorra a Ottaviano, Libera Basilicata, in collaborazione con la Fondazione Mimmo Beneventano e il Comune di Sasso di Castalda, organizza la nona edizione del riconoscimento dedicato a giornalisti e amministratori che si sono distinti nella lotta all'illegalità e nella promozione di una società giusta.

 
 
 
Selezione corrente: Tipi di comunicazione: Eventi Novembre 2016
 
 
 

 
 
 
 
.
 
.
 
.
 

Comunicati

  1. Nasce la rete Numeri Pari | Rassegna stampa

    Nasce, dalla precedente esperienza della campagna contro la povertà del Gruppo Abele e Libera Miseria Ladra, il Movimento "Numeri Pari", una rete contro le disuguaglianze , per la giustizia sociale e la dignità. L'aggregazione di associazioni ed enti è stata presentata oggi a Roma; nel servizio del Tg3 le interviste a don Ciotti, presidente del Gruppo Abele e di Libera, e don Zappolini, presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA).

  2. 19 condanne e 8 assoluzioni: si chiude il processo Condor

    È nel 1999 che il p.m. Capaldo, che ha guidato l'azione della pubblica accusa assieme alla Dottoressa Tiziana Cugini, inizia ad indagare sulla morte di alcuni sudamericani di origini italiane all'interno dell'Operazione Condor, la grande alleanza tra le giunte militari del Sud America e gli Stati Uniti contro il "pericolo rosso".

  3. Sentenza Condor - Martedi 17 Gennaio 2017, Rebibbia, Roma

    Dopo quasi due anni di dibattimento, 60 udienze e con l'audizione di decine di testimoni, esperti, familiari e compagni di prigionia delle vittime, il prossimo 17 gennaio dalle ore 9,30 si terrà l'ultima udienza nell'aula bunker di Rebibbia a Roma relativa al Processo Condor. A seguire nel corso della stessa giornata sarà emessa la sentenza per il sequestro e l'omicidio di 42 giovani, tra cui 20 italiani, avvenuti in Cile, Argentina, Bolivia, Brasile e Uruguay tra il 1973 e il 1978. Gran parte di loro sono ancora oggi desaparecidos.