Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

LIBERA - Associazioni, nomi e numeri CONTRO LE MAFIE
Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Contromafie, gli stati generali dell'antimafia

 
.
 

Quattro giorni di impegno, di confronto e studio per fare il punto sulla lotta alle mafie e alla corruzione nei loro risvolti sociali, politici, economici e culturali: oltre 3000 partecipanti, sei aree tematiche, 30 gruppi di lavoro con il contributo di oltre 200 relatori tra educatori, operatori sociali, magistrati, docenti universitari, forze di polizia, giornalisti, donne e uomini di cultura, imprenditori, rappresentanti di associazioni e sindacati. Il 25 ottobre si svolgeranno trenta seminari suddivisi in sei aree tematiche. Leggi tutto

 
 
.
 
 
.
 
.
 
 
.
 
 
.
 
 

 

Genova | Fuori dal fango: raccolta fondi per aiutare le realtà del volontariato sociale

 

Come Libera ci sentiamo particolarmente vicini ai cittadini delle aree colpite dall'alluvione, ai quali vogliamo esprimere la nostra fattiva solidarietà. Dopo i giorni del fango da spalare è il momento della corresponsabilità solidale per Genova. Abbiamo deciso di destinare un conto corrente per la raccolta di fondi Iban: IT58T0501803200000000170472 -LIBERA LIGURIA causale: Emergenza Genova 2014 - da utilizzare, in coordinamento con i presidenti dei Municipi più colpiti (Municipio 3 - Bassa Val Bisagno / Municipio 4 - Media Val Bisagno /Municipio 8 - Medio Levante ) per sostenere quelle realtà del volontariato sociale più bisognose di interventi (circoli ricreativi, associazioni di volontariato, pubbliche assistenze...) in seguito ai gravi danni subiti. Sarà nostro compito coordinarci con le altre realtà del territorio che in questi giorni stanno dando vita ad iniziative analoghe, per gestire al meglio gli aiuti che arriveranno.

 

 
 
 

[17/10/14] #EndPoverty: sit-in a Montecitorio per dignita' e diritti
"Stop alla poverta', dignita' e diritti per tutti": questo lo slogan al centro del sit-in, svoltosi oggi davanti a Montecitorio su iniziativa delle associazioni Libera e Gruppo Abele in occasione della giornata mondiale per la lotta alla poverta'.

 

[04/10/14] Regoliamoci! 2014/2015: "Segui la traccia 
per far ripartire il futuro!"

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca presenta la nona edizione del concorso REGOLIAMOCI!
Per Libera costruire comunità alternative alle mafie significa anche partire dalla memoria e dall'immenso patrimonio che questa ci consegna in termini di costruzione di cittadinanza e partecipazione. Senza memoria, non può esserci futuro. 

 
 
 
 
 
 
 
.
 
 
.
 
 
.
 
.
 
 

Comunicati

  1. Contromafie, Il richiamo di Galantino: mafia e Vangelo mai commistioni

    II segretario della Gei, monsignor Nunzio Galantino, alla manifestazione «Contromafie»: «L`impegno della Chiesa è un fatto normale. Sogno un momento in cui si smetta di considerare come eroi don Puglisi, don Diana e lo stesso don Ciotti. Papa Francesco sta dicendo con forza che, con quel tipo di male, non si vive il Vangelo». Articolo pubblicato su Avvenire a firma di Vincenzo Spagnolo | 25 ottobre 2014

  2. La sfida di Libera alla criminalità

    Dopo cin­que anni torna l'appuntamento di Con­tro­ma­fie, gli Stati Gene­rali dell'Antimafia pro­mossi da Libera dal 23 al 26 otto­bre a Roma con la par­te­ci­pa­zione di 3000 iscritti in rap­pre­sen­tanza di asso­cia­zioni, movi­menti, realtà del sociale e della coo­pe­ra­zione, scuole ed università. Articolo pubblicato su Il Manifesto a firma di Giuseppe De Marzo | 25 ottobre 2014

  3. Le combat d'un prêtre italien contre la Mafia

    Il ne marche jamais seul. Depuis que Toto Riina, l'ancien capo dei capi de Cosa Nostra, a confié à un compagnon de la prison où il purge plusieurs condamnations à perpétuité qu'« on pourrait le tuer », don Luigi Ciotti, figure de proue de la lutte contre les mafias italiennes, a vu son escorte renforcée. LE MONDE | 24.10.2014 | Par Philippe Ridet (Rome, correspondant)